Logistica intermodale: l’ascesa del trasporto ferroviario

31st Marzo 2020

Di fronte alle sfide poste dalle soluzioni intermodali, il trasporto ferroviario si sta dimostrando un vero e proprio settore in crescita per le aziende logistiche. I progressi nella capacità del trasporto ferroviario di mantenere condizioni di temperatura precise sono alla base di questo cambiamento e portano a significativi vantaggi in termini di prestazioni e sostenibilità.

Iniziamo con un dato: 653.537 è il totale di miglia di binari ferroviari che si stima esistano in tutto il pianeta.  Facciamo un confronto con i 21 milioni di chilometri di strade stimati o i corridoi di traffico marittimi e lo spazio aereo a livello mondiale.

A prescindere da come la si guarda, le catene di approvvigionamento intermodali offrono molto con cui lavorare.

L’intermodalità ha visto il trasporto marittimo e su strada fare da apripista, ma di recente si è assistito a una costante crescita della popolarità del trasporto ferroviario. Certamente nel regno del trasporto refrigerato, guidato dai seguenti fattori chiave:

  • Sempre più prodotti richiedono ora un trasporto a temperatura controllata, dalle stampanti ad alta tecnologia alle semplici compresse di paracetamolo
  • Le normative sono in parte alla base di tale aumento, così come iniziative quali le GDP
  • Obiettivi a lungo termine volti a ridurre gli sprechi alimentari (stimati a 1,3 miliardi di tonnellate ogni anno), rispondendo al tempo stesso alle esigenze nutrizionali di una popolazione in crescita

Sfide intermodali

Al di sotto di questi fattori di alto livello esistono alcune preoccupazioni di stampo più operativo, sfide quotidiane che continuano a influenzare l’orientamento futuro della logistica intermodale.

Queste comprendono:

La continua carenza di conducenti formati

Che a sua volta sta creando lo “spostamento a oriente” dei talenti, mentre i conducenti provenienti dalla Polonia e dintorni si dirigono verso ovest per colmare le lacune. Questo spostamento a sua volta crea una carenza interna in Polonia, che viene riempita da conducenti provenienti da luoghi come l’Ucraina.

Il valore del trasporto ferroviario qui è ovvio: un treno può trainare 80 container o rimorchi, e richiede solo brevi viaggi su strada dopo lo scaricamento per consegnare i carichi alla loro destinazione finale. Un vantaggio che offre anche benefici immediati in termini di emissioni e consumo di carburante.

Aumento della congestione stradale

Mosca si trova ancora in cima alla lista quanto a ingorghi stradali, con Londra seconda e Parigi terza. Si stima che nella sola capitale francese gli automobilisti passino in media 65 ore all’anno bloccati nel traffico.

Per ciò che concerne i problemi relativi ai conducenti, la capacità del trasporto ferroviario di spostare più spedizioni in una sola volta è un ovvio vantaggio. Prendiamo ad esempio la città portuale di Anversa, e la sua circonvallazione descritta come il “centro di una ragnatela di strade a cui è impossibile sottrarsi”. Visti anche i lavori stradali che causano ulteriori problemi, i funzionari di spicco hanno recentemente esortato le aziende a salire a bordo dei trasporti ferroviari!

Mancanza di fiducia

Si tratta di una questione che si manifesta in particolare nel settore farmaceutico. La maggior parte di questi prodotti viene movimentata su strada e per via aerea perché i fornitori sono rigidi sul mantenimento di intervalli di temperatura esatti. Un simile approccio può tuttaviaessere costoso, oltre che dannoso per l’ambiente.

Per la movimentazione su ferrovia, la sfida è dimostrare che anch’essa è in grado di mantenere le temperature dei carichi con una precisione di più o meno 2 gradi. Con l’arrivo della tecnologia per far sì che questo accada, un numero crescente di aziende si sta rivolgendo al trasporto ferroviario, con sempre più aziende che stanno testando questa modalità.

Influenze politiche

Si va dai divieti di importazione e di esportazione (ad esempio tra l’UE e la Russia) alla Belt & Road Initiative in corso sovvenzionata dal governo cinese.

Per il trasporto ferroviario, qualsiasi divieto introduce restrizioni e complessità, ostacolando quindi la crescita. Per quanto riguarda la Belt & Road Initiative, una considerazione fondamentale è che le sovvenzioni esistenti cesseranno, a un certo punto. La sfida è quindi quella di trovare modelli di business che producano comunque un profitto senza di essi.

Mettere l’innovazione in prima linea

A proposito di soluzioni, ci sono anche alcuni sviluppi tecnologici degni di nota. Questi comprendono:

  • Maggiore utilizzo di container da 45 piedi per accogliere meglio i carichi dei rimorchi stradali (i rimorchi da 40 piedi sono generalmente corti di 3 pallet)
  • Miglioramenti nell’isolamento dei rimorchi e dei motori di raffreddamento, per poter affrontare temperature ambientali estreme (sia basse che alte)
  • Telematica connessa: consente ai clienti di tracciare i carichi in tutto il mondo, monitorare le condizioni e modificare le impostazioni quando necessario
  • Tecnologia più robusta: con la forza di gestione degli smistamenti, dei sollevamenti e dei trascinamenti in carico e scarico dai treni
  • Nuovi depositi ferroviari che consentono di portare i rimorchi standard su un treno senza necessità di regolazioni o interventi manuali

Uno sguardo al futuro

I recenti sviluppi nel trasporto ferroviario avevano l’obiettivo di renderlo un’opzione più economica, più conveniente e più affidabile nel mondo dell’intermodalità. L’obiettivo è quello di dare alle aziende logistiche la certezza che, se un conducente non è a portata di mano per gestire da vicino le condizioni all’interno dei singoli rimorchi, i carichi saranno comunque mantenuti in condizioni ideali.

Stanno emergendo altre nuove tecnologie, tra cui la catena di blocchi (blockchain), che viene utilizzata da porti affollati come ad esempio Rotterdam e Amburgo.

Tuttavia, dovremmo lasciare alle piccole imprese di logistica il tempo di mettersi al passo. Di conseguenza, la nostra aspettativa è che la tecnologia esistente riceverà ancora la maggior parte degli investimenti nei prossimi anni. Sarà una questione di evoluzione piuttosto che di rivoluzione.

Il supporto che conta

Un ultimo punto da sottolineare è il ruolo che Thermo King sta svolgendo nella logistica intermodale. Il nostro primo e prioritario requisito è semplicemente quello di costruire le unità più performanti, robuste e intelligenti possibili. È proprio ciò che continuiamo a fare, con i progressi nei gruppi elettrogeni, nei controlli e negli extra opzionali.

Questi sono gli strumenti di base, ma ciò che riteniamo ci distingua davvero è il supporto messo a disposizione dei clienti: di qui l’investimento continuo che stiamo facendo nella nostra rete internazionale di concessionari. Di conseguenza, offriamo una rete di competenze che copre tutto il mondo, con assistenza disponibile dove e quando ne avete più bisogno.

Alla rete di concessionari possiamo aggiungere la nostra iniziativa di telematica Soluzioni connesse, che rafforza la nostra copertura globale e fornisce una visione in tempo reale delle condizioni delle apparecchiature di carico e di refrigerazione per facilitare operazioni più intelligenti.

La strada verso il successo

Dal trasporto su strada a quello ferroviario, Thermo King offre i prodotti e il supporto necessario per proteggere tutti i carichi, in qualsiasi condizione.

Per ulteriori informazioni visitate la nostra pagina sulle soluzioni intermodali.

Posted in

Soluzioni

Loading...